Aurora Boreale nella Lapponia dell'Ovest

Un viaggio alla ricerca dell’Aurora Boreale dal 4 al 9 febbraio 2020
nel nord ovest dalla Lapponia, territori ancora poco esplorati dal turismo, specialmente nel periodo invernale.

Questo viaggio itinerante parte dalla taiga lappone per raggiungere la tundra e oltrepassare il “passaggio a nord ovest” della Lapponia che ci porta a Tromso.
Hetta e Kilpisjarvi sono alla stessa latitudine di Tromso ma qui, le temperature rigide e il poco inquinamento luminoso fanno sì che le possibilità di avvistare l’Aurora Boreale siano molto superiori rispetto al centro della vivace e popolosa città norvegese.

Oltre alla guida in italiano con il nostro gruppo ci sarà Gabriele Menis, esperto cacciatore di Aurore Boreali e fotografo professionista dall’indiscussa esperienze sul campo.

Per le prime due notti abbiamo programmato le osservazioni sul lago ghiacciato di fronte all’hotel mentre le due notti successive attorno ai cottage dove pernotteremo, il campo delle osservazioni sarà la tundra congelata e la celebre collina di Kilpisjarvi, Saana.

Ovviamente di giorno non ci riposiamo: motoslitte, cani da slitta, l’incredibile paesaggio artico…e non in ordine di importanza la sauna…

link al programma


Aurora Galss Cabin (Igloo di vetro) Dormire sotto l’aurora boreale

L’Aurora boreale dal 2012 è uno dei temi più ricorrenti nei nostri viaggi.

Con l’occasione ricordiamo ancora di non credere a chiunque faccia previsioni a lungo termine…
non è l’ultimo anno utile per riuscire a vederla….
Comunque…


Per il prossimo inverno abbiamo studiato un viaggio verso Capo Nord che include anche il pernottamento in Aurora Glass Cabin, ovvero, delle strutture di legno a forma di tenda (tenda indiana per capirci, una piccola piramide di legno) con un lato di vetro.
Ovviamente il lato di vetro è quello esposto verso nord dove è più probabile che appaia l’aurora boreale.

Il viaggio è previsto dal 18 al 23 febbraio 2020  e come sempre include tutte le attività tipiche delle regioni artiche: cani da slitta, motoslitte etc.

Il 5 febbraio, invece non raggiungiamo Capo Nord ma rimaniamo 3 notti a Saariselka ed una ad Inari, sempre con pernottamento in Aurora Glass Cabin.

 


Capo Nord in inverno?

Capo Nord in inverno? Perché?

I molti ci chiedono, guardando i nostri programmi, perché organizziamo viaggi a Capo Nord anche in inverno in quanto la maggior parte dei viaggi è pianificata in estate, fra giugno e luglio per vedere il sole di mezzanotte….

Capo Nord offre molto altro...è vero, il sole di mezzanotte è un’esperienza affascinante, arrivare sulla punta nord del continente europeo e vedere il sole che non tramonta mai è un’idea che fa sognare molti…


Ma…Capo Nord è bellissimo anche quando il sole tramonta, … e se lo si raggiunge nel periodo giusto, dopo pochi minuti lo si vede già sorgere……

Ma in inverno il sole non è il vero protagonista, il protagonista è lo scenario di Capo Nord, un luogo esotico, raggiungibile solo seguendo il convoglio di spazzaneve che apre la strada, con il mare in tempesta, l’altopiano ricoperto di neve, i picchi sferzati dal vento….

E di notte……il meteo è molto variabile ed è difficile che il cielo sia sempre coperto e per la sua latitudine è molto semplice vedere l’aurora boreale direttamente sulla propria testa, magari che spunta dalle montagne….

 

Un viaggio a Capo Nord è un esperienza esotica, in un luogo estremo;
Raggiungere Capo Nord in inverno anche nel ventunesimo secolo non è un cosa scontata.


Noi ci andremo a febbraio e a marzo…come mai?
Andarci durante la notte artica (quanto tutto è avvolto dall’oscurità) vorrebbe dire perdere molto dei giochi di luce che regala la regione di Capo Nord e date le lunghe distanze si trascorrono molte ore di viaggio al buio……

i nostri viaggi?

Capo Nord 8 13 febbraio

Il meglio della Lapponia 19 26 marzo


Fotografare l'Aurora Boreale il libro di Simone Renoldi

Oggi intervistiamo Simone Renoldi uno dei nostri fotografi accompagnatori e autore del libro "I 10 passi per imparare a conoscere e FOTOGRAFARE l'Aurora Boreale".

Simone, cosa ti ha spinto a scrivere un libro come questo?

Dopo il mio primo viaggio in Lapponia nel febbraio 2013 ho postato sul blog alcune foto di quella splendida avventura ed una mia amica ne rimase talmente colpita da decidere, di lì a poche settimane, di partire per cercare anch'essa di fotografare l'aurora boreale. Essendo parecchio digiuna di fotografia notturna decisi di scrivere una breve guida che le potesse essere utile e che in seguito pubblicai sul blog come un utile vademecun per non dimenticare le impostazioni essenziali.

Alcuni mesi più tardi ampliai l'articolo decidendo di scrivere un libro in lingua inglese pensando di poter raggiungere un pubblico molto più ampio che non fosse solo quello italiano.

Essendo alle prime armi e non avendo esperienza in campo pubblicitario quella pubblicazione non ebbe grande successo, ma due anni più tardi la riproposi nuovamente in italiano.  La scelta ed il tempismo si rilevarono azzeccati: nell'arco di un anno, tra copie cartacee e digitali riuscii a venderne più di 100 copie.

Un libro per appassionati di fotografia quindi, ma non solo... o sbaglio ?

Non sbagli! È vero che si parla di come fotografare l'aurora boreale ma é un libro che si rivolge un po'a tutti coloro che decidono di partire per il Nord Europa tra fine agosto ed i primi di aprile. Per fotografare l'aurora boreale bisogna anzitutto sapere che cos'è l'aurora boreale.

Sebbene il libro dia principalmente consigli fotografici, non mancano parti puramente divulgative che spiegano da un punto di vista scientifico dove, come, quando e perché si manifesta l'aurora. Inoltre nella sua seconda edizione, tascabile, sono state inserite parecchie fotografie e può quindi essere semplicemente sfogliato come un libro fotografico. Non mancano poi consigli pratici per organizzare il viaggio, su come vestirsi e cosa portare con sé.

Qual'è stata la più grande soddisfazione arrivata da questi  10 passi per imparare a conoscere e FOTOGRAFARE l'Aurora Boreale ?

La soddisfazione più grande é arrivate sicuramente leggendo le recensioni delle persone che hanno letto il mio libro. Persone che magari ho anche conosciuto durante i viaggi e dalle quale ho ricevuto sincere parole di apprezzamento, stima e gratitudine.

Hai un episodio particolare, legato al libro,  che ci vuoi raccontare ?

Quando qualcuno acquista un mio libro controllo sempre l'indirizzo al quale spedirlo perché se posso mi piace poterlo consegnare direttamente di persona. La prima volta che l'ho fatto, a casa di una coppia ormai in pensione, sono rimasto più di un'ora a rispondere alle loro domande, dissolvendo buona parte dei loro dubbi.

L'ultima volta mi é arrivato un ordine alle 10 di sera, vedendo che la persona abitava vicino a me a Milano ho pensato di avvisarla che sarei potuto passare direttamente il giorno dopo. Manco farlo apposta, quella ragazza aveva acquistato il libro da regalare al suo fidanzato che compiva gli anni proprio quel giorno e che avrebbe visto quella stessa sera. Se glielo avessi spedito non le sarebbe mai arrivato in tempo.

Link per acquistare il libro: http://bit.ly/Sp4T-10passi-II

Link al sito di Simone: http://simonspassion4travel.com/

 


Escursione in motoslitta per cercare l'aurora boreale

Escursione per cercare l’Aurora Boreale in motoslitta.
In Lapponia di notte è più freddo che di giorno?

Possono partecipare anche i bambini?

Ecco un’altra domanda che ci viene fatta molto spesso prima della partenza per un viaggio in Lapponia,  soprattutto da chi sceglie un viaggio a Rovaniemi con i bambini.
Nelle regioni artiche il sole non scalda dai primi di novembre fino a metà febbraio, in quanto è molto basso sull’orizzonte e crea soltanto luce. Da tener presente che nelle settimane centrali di dicembre è quasi sempre sotto all’orizzonte.
Da metà febbraio inizia ad alzarsi di molti gradi sopra all’orizzonte così da creare calore durante le ore diurne.
Teniamo ben presente che parliamo sempre di temperature sotto lo zero.

Quindi la differenza di temperature fra giorno e notte nei mesi invernali non è dovuta alla presenza o no del sole in celo, ma dalle correnti artiche.

Possiamo quindi dire che non è detto che di notte sia più freddo rispetto al giorno:
l’alzarsi o l’abbassarsi delle temperature fra novembre e febbraio non è legato alla presenza del sole.
Una netta differenza di temperature fra giorno e notta la si inizia ad avere nei mesi di marzo ed aprile.


Il safari in motoslitta alla ricerca dell’aurora boreale è un’escursione adatta ai bambini e agli adulti, non eccessivamente impegnativa e divertente.

Salvo eccezionali casi di temperature estreme è un’esperienza unica e indimenticabile: la foresta, i fiumi e i laghi, ricoperti di neve e ghiaccio verranno illuminati dai soli fanali delle motoslitte, regalando un’atmosfera surreale apprezzata anche dai più piccoli:

in caso di condizioni meteo favorevoli durante un’escursione per cercare l’aurora boreale in motoslitta, ci si troverà nelle location ideali per poter vedere l’aurora boreale:
è prevista sempre una pausa in un tenda lappone dove ci si potrà riscaldare davanti al fuoco e i bambini di sicuro si divertiranno ad arrostire le salsicce.

Il safari di notte in motoslitta è quindi un’esperienza indimenticabile sia per gli adulti che per i bambini ed è sempre prenotabile durante i nostri viaggi!!

Di seguito alcuni esempi di viaggi con escursione notturna in motoslitta

ALLA RICERCA DELL’AURORA BOREALE INARI, ROVANIEMI E ROMPIGHIACCIO 22-27 GENNAIO 2019

CAPODANNO A ROVANIEMI


Aurora Boreale a settembre?

Perché andiamo a caccia dell’aurora boreale alle Lofoten a settembre?

e…si vede l’aurora boreale a settembre?
Ecco cosa ci hanno chiesto negli ultimi tempi…

A settembre, alle Lofoten e nelle regioni artiche abbiamo le stesse condizioni di marzo.
Stiamo parlando di ore di luce e di posizione della terra:
In molti sostengono che le aurore boreali più belle siano a cavallo degli  equinozi, quindi il 21 marzo e il 21 settembre periodo in cui il sole e la terra sono sullo stesso asse.
Questo assetto di terra e sole aumenta le probabilità che si manifestino aurore boreali molto potenti, ma ovviamente non lo garantisce…
A molti può sembrare anomalo andare a caccia di questo fenomeno “invernale” a settembre, ma nelle regioni artiche l’importante è che ci sia il cielo scuro, e l’aurora boreale si manifesta…..


Bisogna comunque essere portatori sani di fattore “c” per avere il cielo sereno ma, come nel mese di marzo, a settembre, questo non è raro per lo più se si trascorrono 4 o 5 notti alle Lofoten…
A prova di quanto stiamo scrivendo si possono trovare tantissime fotografie scattate nel mese di settembre degli ultimi anni alle Lofoten e nelle regioni artiche…

il nostro viaggio del 18 settembre alle Lofoten a caccia di Aurora Boreale

 

 


Viaggi fotografici in Lapponia...per chi?

A chi sono rivolti i viaggi fotografici in Lapponia?

I nostri viaggi per fotografare l'Aurora Boreale in Lapponia, sono programmi di viaggio completi di escursioni diurne e notturne con guida in italiano affiancata da un fotografo professionista.

Sono rivolti a tutti:
sia ai fotografi più esperti che ai neofiti: alcuni iscritti, attratti dall’itinerario e dalle escursioni, partecipano al viaggio pur non essendo interessati ai workshop fotografici. (ci si accorge poi in loco che è un plus non indifferente e che rende un viaggio in Lapponia ancora più unico).

Il discorso fotografico non è invasivo in quanto i workshop sono programmati prima di cena quando non ci sono escursioni: gli interessati vi partecipano mentre i “non fotografi” si godono il relax o la amatissima sauna finlandese.

Di notte, quando inizia la caccia all’aurora boreale, il fotografo darà consigli e aiuto agli interessati e scatterà (in caso che l’aurora appaia, cosa non scontata) una foto ricordo con l’aurora a tutti partecipanti.

Prima della partenza per la Lapponia, a tutti i partecipanti verrà inviato un vademecum con l’attrezzatura  fotografica indispensabile e tutti i consigli fotografici.

Ecco 2 esempi di viaggio fotografico in Lapponia firmato Agamatour!

Viaggio in Lapponia 4 8 febbraio 2019

Viaggio in Lapponia e Capo Nord 8 13 febbraio 2019